Conoscere… Genova!

Alla scoperta di Genova:

Cattedrale di San Lorenzo

Parte 1

Parte 2

Parte 3 -Il Museo

Boccadasse 

Palazzo della Borsa

The color Run, giugno 2015

Genova e i suoi monumenti

Sedov a Genova

Porto Antico

Quando nevica…

Il Nautico

Il Cielo di Marassi

Parte 1

Parte 2

Parte 3

Nervi

20160302_165654

Il nostro amato e “odiato” fiume Bisagno 

This is Genova!!! 

La Festa di San Giovanni

(San Giovanni patrono di Genova)

“… la Festività di San Giovanni Battista riunisce due elementi simbolici di per se stessi contrastanti come l’acqua e il fuoco: l’una simbolo di purificazione, attraverso il Battesimo, e di fertilità, l’altro simbolo di luce; tanto che un tempo la Processione verso il porto si snodava al lume delle fiaccole e, nel XVI e XVII secolo, il periodo delle luminarie poste sulle finestre delle case durava dal 16 giugno al 1 luglio.”

Ogni anno alla vigilia del 24 vengono realizzati tantissimi eventi per la città (musica, bancarelle ecc ecc) e poi a mezzanotte in piazza Matteotti si accende il gran falò.

Dagli impressionisti a Picasso al Palazzo Ducale

FRIDA E DIEGO, IL TORMENTO E LA PASSIONE

 Palazzo Ducale 

10420148_865551906812720_1031906355866859604_n

Link : http://www.fridakahlogenova.it/

Circo Magdaclan a Genova

Organizzato dall’Associazione Culturale Sarabanda

Rolli di Genova

41136-9504905556-full_-via-garibaldi

I Rolli di Genova – o, più precisamente, Rolli degli alloggiamenti pubblici di Genova – erano, al tempo dell’antica Repubblica, le liste dei palazzi e delle dimore eccellenti delle nobili famiglie che ambivano a ospitare – sulla base di un sorteggio pubblico – le alte personalità in transito per visite di stato. A partire dal 1576 su disposizione del Senato della Repubblica aristocratica rifondata dal principe e ammiraglio Andrea Doria, che attraverso la sua riforma costituzionale aveva instaurato il dominio oligarchico e il conseguente inserimento della sovranità genovese nell’orbita della Spagna.

Vedere Lista completa dei Rolli di Genova su questo sito:

Palazzo Lomellino

( Palazzo di Podestà o di Nicolosio Lomellino)

A Genova, in via Garibaldi c’è una strada… la Strada Nuova con splendidi edifici, palazzi e tra questi spicca il Palazzo Lomellino iscritta il 13 luglio del 2006 ai Rolli di Genova successivamente divenuto Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO.  Tra figure mitologiche, storia, arte ed architettura mi ha colpito moltissimo il cortile aperto col ninfeo da dove scende l’acqua maestosamente e poi un magnifico giardino che si apre verso il “cielo”.

 “Arte Ottomana 1450-1600”

Natura e Astrazione: uno sguardo sulla Sublime Porta

(3 ottobre – 14 dicembre 2014) a cura della Fondazione Bruschettini

Palazzo Bianco

“Per la formazione di una pubblica galleria”

 Duchessa di Galliera, testamento 1884

In una domenica dell’anno 2015 con due amici sono partita alla scoperta di via Garibaldi, dichiarata patrimonio dell’ UNESCO,  tra i suoi palazzi si può ammirare e visitare e tre importanti Musei di Strada Nuova di Genova e appartiene al sistema dei Palazzi di Rolli: Palazzo Bianco, Palazzo Rosso e Palazzo Doria Tursi. Il visitatore rimarrà stregato dalle sue ben 47 sale espositiva , ovviamente non le abbiamo viste tutte. Palazzo Bianco  con 47 sale espositiva,  offre una vera e propria panoramica della pittura europea dal Cinquecento al Settecento, si può ammirare una ricca collezione di opere di pittori:

  • genovesi (Cambiaso, Strozzi, Assereto, Borzone, Fiasella, Gio Andrea e Gregorio De Ferrari, Valerio Castello, Grechetto, Gaulli, Domenico Piola, Magnasco)
  • fiamminghi (Hans Memling, Gerard David, Jean Provost, Van Cleve, Rubens, Van Dyck)
  • francesi ( Vouet, Lancret)
  • spagnoli (Zurbaran, Murillo)
  • italiani ( Filippino Lippi, Veronese, Caravaggio, Procaccini)
  • olandesi ( Steen)

Palazzo Tursi

Vista panoramica Genova

Palazzo Rosso

Visita al Genoa Store

Al cuore non si comanda

Cena in bianco

Capodanno Giapponese

KAGAMI BIRAKI

“Apertura dello specchio” o “Rompere lo specchio”

Ho avuto il piacere di partecipare a questo bellissimo evento realizzato dalla palestra Jaku Kai.

 Melina 

Palazzo della Meridiana o Palazzo Gerolamo Grimaldi

( Le Mostre:  Federico Patellani ” La realtà che sfugge” e  “Fermi tutti.. Clic! – Dai fotoritratti dell’800 ai selfie della generazione 2.0” ) 

Successivamente ho partecipato anche a un bellissimo evento, La storia in scena a Palazzo della Meridiana a cura di Claudia Bergamaschi.

E così gli abitanti di Palazzo della Meridiana ritornano nel tempo e portano i visitatori tra le stanze con gli affreschi di Cambiaso e Cavi. Uno spettacolo teatrale dove gli attori raccontano al visitatore  la storia del palazzo.

Una volta c’erano: una fontana, una corte e un giardino. Oggi purtroppo non esistono più.

I personaggi interpretati:

  • Geromalo Grimaldi Oliva, banchiere e mercante, anche titolare del monopolio della riscossione delle tasse a Cordova e Granada. Comprò dei terreni e costruì la sua dimora tra il 1541 e il 1545, oggi chiamata Palazzo della Meridiana;
  • Maria Francesco Durazzo
  • Sebastiano Obero Durazzi, acquistò il palazzo nel 1835. Era un abile commerciante e non aveva origini nobili.
  • Una segretaria timida che racconta il periodo di Evan Mackenzie e dei lavori eseguiti da Gino Coppedè.

Il palazzo della Meridiana fa parte dei 42 palazzi dei Rolli dal luglio 2006.

Uno sguardo alla città 

Slowfish

img_20150511_195457

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: